E’ deceduto nella notte il vescovo di aserta, Giovanni D’Alise che 4 giorni fa era stato ricoverato dopo il riscontro della positivita’ al CoVid-19. A dare nota dell’avvenuto decesso l’ospedale Sant’Anna e San Sebastiano di Caserta. L’alto prelato, nato a Napoli e vescovo di Caserta dal 2014, era affetto da cardiopatia ipertensiva, diabete, insufficienza renale e dislipidemia. D’Alise “e’ stato sottoposto ai protocolli vigenti e trattato anche con il nuovo farmaco antivirale Remdesivir”. Dal ricovero e fino a ieri le sue condizioni erano considerate stazionarie. D’Alise e’ il primo presule deceduto per il CoVid-19 in Italia.

“Esprimo, a nome dell’Episcopato italiano, vicinanza alla Chiesa di Caserta in questo momento di dolore per la morte del Vescovo Giovanni. Nel giorno della festa del patrono d’Italia (san Francesco d’Assisi), ci uniamo alla Diocesi campana porgendo sentite condoglianze ai familiari, al clero, ai religiosi e ai laici”. Cosi’ il cardinale Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia-Citta’ della Pieve e presidente della Conferenza Episcopale Italiana, appena appresa la notizia della morte del Vescovo di Caserta, monsignor Giovanni D’Alise, avvenuta questa mattina per arresto cardiocircolatorio, mentre era ricoverato nell’ospedale di Caserta perche’ positivo al Covid.