Ci mancava solo l’ex medico ubriaco. Nel pronto soccorso dell’ospedale San Leonardo, al collasso per numero di ammalati di Covid 19, è accaduto un episodio assurdo. Un ex medico del 118 è entrato nel reparto Covid e ha provato a staccare le macchine ai pazienti. L’uomo, in stato di ubriachezza, ha aggredito chi provava a fermarlo nel pronto soccorso di Castellammare, spintonando anche il primario Di Cicco, intervenuto per farlo uscire dall’aula riservata ai pazienti contagiati. Per bloccare il forsennato sono intervenuti i carabinieri. È accaduto nell’ospedale San Leonardo. Il medico del 118, rimosso dal suo incarico alcuni mesi fa, ha determinato una forte tensione all’interno di un reparto preso d’assalto dai pazienti nelle ultime settimane. L’episodio si è chiuso con il suo allontanamento.

Il pronto soccorso del San Leonardo è chiuso da giorni e Pronto soccorso chiuso da domenica scorsa. Nel reparto d’urgenza entrano solo i pazienti più gravi. Quelli che nel linguaggio dei medici definiscono “codici rossi” o “arancioni”. Agli altri tocca girare in ambulanza la Campania, alla ricerca di un posto letto libero.