Dopo soli 22 giorni di custodia cautelare in carcere, è arrivata la scarcerazione di Acunzo Michele, pusher residente nel comune di Boscotrecase ed accusato di aver messo in piedi un vero e proprio sistema di spaccio al minuto presso il comune di sua residenza. Acunzo, uscito dal carcere solo a settembre 2017, era accusato di essersi subito messo in opera nello spacciare stupefacenti sin dalla sua scarcerazione del 2017. Le intercettazioni e i servizi di osservazione posti in essere dalle Forze dell’ordine a suo carico, avevano dato prova della capacità dell’indagato di spacciare ben 300 dosi di stupefacente in soli 30 giorni, tanto che il Gip riteneva inidonei ed inutili gli arresti domiciliari, anche se fuori regione. Su nuova istanza presentata dal legale di fiducia, l’avvocato Antonio Iorio del foro di Torre Annunziata, Acunzo ha ottenuto gli arresti domiciliari nonostante il precedente penale specifico di cui è gravato.