Dolore e sgomento nelle comunità cittadine di Avellino ed Ariano per l’improvvisa morte di Maria Sicuranza. La donna, 52 anni, si è schiantata con la sua moto sul Raccordo Avellino Salerno, all’ingresso della galleria Montepergola. A poco è servito il pronto intervento del 118 che, giunto sul posto, non ha potuto fare altro che costatarne il decesso. Intanto, sono partite le indagini per far chiarezza sulla dinamica dell’incidente, con gli inquirenti che hanno disposto il sequestro della moto.

Maria era una nota professionista, responsabile assicurazione e qualità presso l’oleificio del Gruppo Basso. In tanti, in queste ore, stanno ricordando il suo gran cuore e l’impegno profuso per la sua Ariano durante il lockdown degli scorsi mesi. Tante le iniziative benefiche promosse a vantaggio dell’associazione Vita che così l’ha ricordata: “La morte è la curva della strada, morire è solo non essere visto. Se ascolto, sento i tuoi passi esistere come io esisto. La terra è fatta di cielo. Non ha nido la menzogna. Mai nessuno s’è smarrito. Tutto è verità e passaggio. (Fernando Pessoa). A Maria Sicuranza, amica e donna preziosa, vogliamo dedicare i versi di questa poesia che racchiudono il senso del dolore inaspettato che la sua perdita lascia in ciascuno di noi. Maria ha saputo cogliere la verità profonda della vita, facendone dono d’amore verso gli altri. Ci mancherà la sua disponibilità ed il suo “correre” verso nuove sfide. Vola in alto e abbracciaci con il tuo sorriso. Alla sua famiglia le nostre condoglianze affettuose e il cordoglio profondo per una perdita prematura ed ingiusta”.