Nuovo Dpcm, è il ministro della Salute Roberto Speranza ad anticipare che misure più drastiche per fermare l’avanzata dei contagi del virus Covid19 saranno valutate nelle prossime ore: «Le valuteremo in queste ore. Abbiamo riunioni permanenti con il nostro gruppo scientifico tecnico con il quale ci confrontiamo costantemente. Abbiamo riunioni politiche nelle prossime ore. Per me bisogna avere la forza di prendere in carico questa fase nuova immediatamente». Roberto Speranza, intervenendo stamani alla manifestazione a Roma promossa da Cgil e Funzione Pubblica Cgil, ha poi detto: «Abbiamo un piccolo vantaggio rispetto ad altri Paesi ma non ci si devono fare illusioni e se siamo veloci a capire che c’è un cambio di fase possiamo evitare misure più drastiche».

Vietati gli assembramenti davanti a bar e ristoranti. Nel nuovo Dpcm che dovrebbe essere firmato dal premier Giuseppe Conte il prossimo 15 ottobre, si pensa di vietare lo stare in piedi davanti ai locali pubblici. Vietato, dunque, sostare tutti insieme bevendo drink o chiaccherando per contenere il boom dei contagi. Nel nuovo Dpcm anche interventi «mirati e localizzati», anticipa il ministro della Salute Roberto Speranza, che prevedono la creazione di ‘zone rosse‘ locali, lo stop agli eventi di massa, e misure progressive per locali, trasporti, lavoro, attività sportive in modo da evitare chiusure generalizzate. Si va infine verso il taglio degli invitati alle cerimonie che la Regione Campania aveva adottato salvo poi attuare misure meno drastiche.