«Ho sempre rispettato le regole, eppure l’ho preso: sono positiva, questo virus è insidioso, nessuno è immune. Per fortuna sto bene, ho solo perso gusto e olfatto». Irma Testa, la prima pugile azzurra a salire su un ring olimpico -il battesimo a 18 anni ai Giochi di Rio – annuncia di essere positiva al Covid-19. E di avere però fisso nella testa il pensiero della preparazione «alle Olimpiadi».

«Non si deve mollare – spiega la campionessa di Torre Annunziata – e occorre continuare ad allenarsi, sempre rispettando le regole. Le restrizioni sono importanti per tenere a bada il virus ma noi senza preparazione e match non possiamo stare».