Dovrà rispondere di riciclaggio e furto aggravato un 46enne incensurato di Ottaviano, titolare di un’autocarrozzeria del posto in via querce. Durante un controllo dei carabinieri della sezione radiomobile della compagnia di torre annunziata, il 46enne è stato sorpreso mentre alterava il numero di telaio di un’utilitaria priva di targhe e verosimilmente oggetto di furto. Sull’auto aveva applicato anche altre parti di diverse autovetture.

L’attività commerciale – hanno scoperto i militari insieme a personale ENEL –  era alimentata da un contatore manomesso, la cui rilevazione dei consumi è risultata falsata per oltre 23mila euro. Il locale è stato sequestrato, il 46enne sottoposto ai domiciliari in attesa di giudizio.