L’incendio è stato appiccato di notte, senza la luce del sole per non permettere l’immediato intervento di elicotteri e canadair che hanno lavorato per tutta la giornata. È senza pace la montagna di Sarno, che torna a riprendere fuoco stavolta in località Foce, dunque a strettissimo contatto anche con l’area vesuviana dove le fiamme sono davvero molto visibili. Così come due giorni fa, vigili del fuoco e guardie ambientali sono accorsi. Le fiamme, alimentate dal vento, stanno avvolgendo l’intera pineta e hanno minacciato anche alcune abitazioni.

Le prime segnalazioni sono arrivate intorno alle 22, quando le fiamme sono diventate piuttosto alte per potere essere visibili ai residenti più vicini. Sul posto sono arrivati i pompieri, ma si tratta di zone dove è complicato fare molto da terra. Gli uomini del 115 cercheranno di placare i roghi per poi ripartire con gli interventi dall’alto alla luce del sole. Una tensione infernale che sulla montagna nelle pinete di Sarno durano da ormai tre giorni.