Si è ripetuto anche quest’anno il miracolo dello scioglimento del sangue di San Gennaro nell’ampolla custodita nel Duomo di Napoli. L’annuncio della liquefazione del sangue è stato dato alle 10.02 ed è stato accolto con un applauso dai fedeli presenti in numero minore rispetto agli altri anni per via delle misure anti covid. “Con gioia e commozione – ha detto cardinale Crescenzio Sepe, arcivescovo metropolita di Napoli – il sangue del nostro santo patrono è sciolto”. “Il nostro cuore è pieno di gratitudine per il nostro Padre, che ci è vicini e ci accompagna in questo tempo così terribile di coronavirus” ha aggiunto il cardinale Sepe.

“La sua misericordia è senza fine – ha concluso – perché laddove c’è un solo uomo che soffre Dio è con lui”. Il miracolo della liquefazione è stato accolto dai fedeli come un segno di buon auspicio per l’epidemia di coronavirus a Napoli e in Campania.