Non sono bastate le rassicurazioni pervenute dalla direzione sanitaria, l’allarme lanciato dal comitato Ex Ospedale Civico di Torre Annunziata è chiaro e preciso, vogliono dismettere l’ospedale Sant’Anna di Boscotrecase. Per questo il direttivo del comitato chiede una conferenza di servizi da convocare quanto prima, perché, a leggere la nota emanata dallo stesso comitato, la chiusura dei reparti Utic ed emodinamica sembrano dei veri e propri atti preliminari volti alla chiusura del presidio ospedaliero che arrecherebbe un gravissimo danno alla popolazione vesuviana. Ecco quanto scrive il comitato. «Quanto da tutti temuto sta avvenendo. Nonostante il parere contrario del direttore del presidio ospedaliero di Boscotrecase, Savio Marziani, le promesse fatte, anche a mezzo stampa, e la volontà della popolazione, non solo di Torre Annunziata ma di tutta l’area vesuviana, e nel silenzio più assoluto dei sindacati, sono stati chiusi i reparti di Emodinamica e l’Utic, atti prodromici alla dismissione del presidio ospedaliero di Boscotrecase, con grave danno alla salute per tutta la popolazione vesuviana. Per questo motivo, con ancora più forza, il Comitato Ex Ospedale Civico di Torre Annunziata, insieme ad altri comitati di zona, chiede una Conferenza di Servizi tra i sindaci delle zone interessate, i vertici dell’Asl e i vertici Regionali, per assicurare a tutta la popolazione un’assistenza sanitaria pubblica di qualità».