Sono 13 in tutto gli impresentabili alle prossime elezioni regionali, secondo il codice di autoregolamentazione dei partiti e la legge Severino. Di questi, undici per il codice di autoregolamentazione e due per la legge Severino. È quanto emerge dalle considerazioni della commissione parlamentare Antimafia, in base alle verifiche disposte attraverso la direzione nazionale antimafia.

Su 13 otto sono candidati al consiglio regionale della Campania: Sabino Basso della lista De Luca Presidente, imputato di riciclaggio al Tribunale di Avellino; Aureliano Iovine di Campania popolare imputato di plurimi reati tra cui associazione per delinquere di stampo mafioso; Michele Langella di Campania in Europa imputato di riciclaggio; Orsola De Stefano della Lega imputata di concussione; Maria Grazia Di Scala di Forza Italia imputata di concussione.