Home Cronaca Neonata lanciata dal balcone nell’Agro-Nocerino, libero il papà: «Non sapeva nulla»

Neonata lanciata dal balcone nell’Agro-Nocerino, libero il papà: «Non sapeva nulla»

Il gip del Tribunale di Nocera Inferiore, Luigi Levita ha respinto la richiesta del pm Roberto Lenza, rimettendo in libertà il papà della neonata che mercoledì sera è stata rinvenuta cadavere in un’aiuola a Roccapiemonte. Accolta, dunque, l’istanza degli avvocati Michele Tedesco e Antonio Lauro. Il Gip non ha ravvisato gravi indizi di colpevolezza, rimettendo in libertà il 47enne. Confermata, invece, la misura cautelare in carcere per la mamma. La 42enne per ora resta piantonata all’ospedale di Nocera Inferiore dove è ricoverata nel reparto di Ginecologia. I legali della donna, Stefano Della Corte e Giovanna Ventre, hanno dichiarato che la loro assistita è affetta da anni da una grave patologia psichiatrica, per la quale era in cura presso vari specialisti. Diversa la posizione per l’uomo: gli elementi raccolti su di lui lasciando pensare che lo stesso non sapesse della gravidanza della moglie e di quello che la donna avrebbe fatto alla neonata.

Difeso dagli avvocati Michele Tedesco e Antonio Lauro, l’uomo ha ripercorso il suo rapporto con la moglie, spiegando dei problemi psichiatrici della stessa e di quando la denunciò per stalking. Circostanza che portò lui e il figlio a vivere in un’altra casa. La coppia si era poi riunita a gennaio, ma i rapporti tra i due sarebbero stati distaccati, anche nella sfera dell’intimità. L’uomo ha raccontato che entrambi non volevano più figli, al punto da ritenere quasi certo di non essere il padre biologico della neonata, né di essersi accorto della gravidanza della moglie.

Posting....
Exit mobile version