Lo hanno dovuto operare d’urgenza. Il Coronavirus ha attaccato il cuore già debole per una cardiopatia ed ha causato una miocardite che ha portato uno scompenso importante. Così, il pizzaiolo di Castellammare di Stabia è stato operato d’urgenza all’ospedale di Boscotrecase dov’è ricoverato da quando è stato accertato il contagio da Covid-19. Per fortuna l’uomo si è trovato in una struttura già dotata di un complesso di rilievo importante in quanto ad emodinamica e personale preparato in interventi simili molto delicati e lunghi. Al momento il paziente sta bene. Ancora un caso di miocardite da Covid, dunque, come quella fulminante che a fine agosto ha colto l’insegnante 57enne napoletana rimasta uccisa senza alcuna patologia pregressa.

Ad annunciare quanto accaduto è stata la figlia del pizzaiolo: «Papà ha avuto problemi di cuore, il Covid l’ha attaccato proprio lì dove è più debole. È stato operato, adesso sta meglio». Insomma, un intervento a cuore aperto affrontato d’urgenza, senza poi poter sentire né prima e né dopo il calore degli affetti più cari, dei familiari che sono in isolamento e che chiaramente nemmeno sarebbero potuti entrare per una visita veloce. La notizia del pizzaiolo positivo era arrivata nei giorni scorsi. Naturalmente il locale è stato chiuso e sarà sanificato prima della riapertura. Al momento a contare di più è però la salute del titolare.