Follia a San Giorgio a Cremano, dove questa mattina i netturbini sono infatti stati minacciati con una pistola. A raccontarlo è l’edizione online de Il Mattino. Ad agire è stato da un uomo che, uscito seminudo dalla propria abitazione in via Buongiovanni, ha iniziato a inveire contro di loro senza apparente motivo. L’episodio si è consumato poco prima delle 9.

Il Mattino scrive: “Di punto in bianco, il residente di una delle case limitrofe ha iniziato ad apostrofare con epiteti offensivi i lavoratori, i quali hanno comunque continuato a svolgere il proprio dovere senza badare alle parole dell’esagitato. Evidentemente non pago, l’uomo è rincasato per poi tornare fuori armato, brandendo con fare minaccioso un revolver a pochi metri dai netturbini”.