Non si attenua l’emergenza incendi nelle zone poste a ridosso delle aree protette del parco nazionale del Vesuvio. Nella notte, poco dopo l’una, un rogo ha interessato via Sopra ai Camaldoli. L’incendio, avvistato dai volontari dell’associazione Torre Vesuvio-Pro Natura, impegnata nelle attività di individuazione degli incendi boschivi, è stato segnalato alla sala operativa regionale al fine di inviare sul posto una squadra dei vigili del fuoco.

«Le procedure – spiega Paolo Nunzio Belfiore, presidente dell’associazione di volontariato – sono risultate particolarmente impervie, sia per l’ora tardi, sia perché in quella zona il segnale Gps non è potente ed è stato difficile fare arrivare i vigili del fuoco, tanto che alcuni nostri ragazzi, che già avevano proceduto a operare in zona per provare a circoscrivere le fiamme e fornire assistenza ai residenti spaventati, si sono recati incontro ai soccorritori».
«La nostra maggiore preoccupazione – prosegue Belfiore – era che il fuoco potesse raggiungere l’area del Colle Santo Alfonso, un polmone di verde e vegetazione dove sono presenti lecci, querce​ e roverelle, alberi secolari. Per fortuna questa eventualità è stata scongiurata».