Guidava senza patente, ubriaco e sotto l’effetto della cocaina. In più, non poteva allontanarsi da Nola, il suo Comune di residenza. All’alt dei carabinieri, invece di fermarsi, ha accelerato ed è scappato a tutta velocità. La folle corsa si è conclusa contro un palo della luce. È in prognosi riservata, ricoverato all’ospedale di Torrette, un 41enne di Nola protagonista di una fuga da thriller domenica sera, attorno alle 21,30. I carabinieri di Falconara, coordinati dal comandante Michele Ognissanti, l’hanno raggiunto in via del Consorzio, a Castelferretti, quando un passante ha lanciato l’Sos per un’Alfa Mito di colore blu finita fuori strada. Dentro, stordito dalle sostanze e dall’incidente, c’era il 41enne, portato d’urgenza all’ospedale regionale dal 118: ha riportato un importante trauma cranico e toracico ma non sarebbe in pericolo di vita. Dalle analisi è emerso che era ubriaco (con un tasso superiore ai 2 g/l) e aveva assunto cocaina.

Quanto basta per rimediare una denuncia, a cui potrebbe far seguito il carcere se il giudice deciderà di aggravare la pena a cui era già sottoposto, il disatteso obbligo di dimora nel Comune di Nola (oltre a un avviso orale del questore) per una sfilza di reati contro il patrimonio e la persona, per i quali gli era stata ritirata la patente dal prefetto di Napoli. È probabilmente per questo che non si era fermato al posto di controllo allestito dai carabinieri a Falconara, lungo la Flaminia, nei pressi del distributore Ip. Risponderà anche di guida pericolosa con patente revocata, con l’aggravante dell’influenza di alcol e stupefacenti, e del mancato arresto all’alt. A scanso di ulteriori equivoci, nei suoi confronti sarà proposto per il divieto ritorno nel Comune di Falconara.