Dramma a Pompei dove Ferdinando Malafronte è morto a 21 anni. Il ragazzo si era sentito male subito dopo la festa del suo compleanno, così i genitori l’avevano accompagnato all’ospedale San Leonardo di Castellammare di Stabia dove i medici in un primo momento l’avevano dimesso. Ferdinando lamentava un fortissimo mal di testa che del resto non è andato via nemmeno dopo la terapia consigliata al pronto soccorso. Il giorno seguente la situazione è peggiorata: nuovo ricovero e questa volta con risonanza magnetica dalla quale sarebbe emerso che Ferdinando era affetto dalla sindrome di Arnold-Chiari, una rara malformazione della fossa cranica che porta anche scompensi cardiaci molto gravi. Neanche il tempo di capire come procedure alle cure che dopo poche ore Ferdinando è morto.

Dopo la denuncia del padre Gennaro il magistrato ha disposto l’autopsia che sarà effettuata stamane notificando, come atto dovuto, gli avvisi di garanzia a medici e infermieri che lo hanno avuto in cura.