La curva  dei contagi da Covid in Campania è costante in salita. Il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, commentando i dati elaborati dall’Unità di Crisi Regionale Covid-19 ha illustrato le curve di proiezione dei contagi a ottobre e dicembre: se non ci sarà uno stop della progressione di contagi in Campania sono previsti 5mila infetti in poche settimane, nonché una saturazione delle terapie intensive. Dopo aver disposto l’obbligo di mascherina in strada ora si parla dell’ipotesi di un nuovo lockdown in Campania. Chiudere l’intera regione non sembra al momento una possibilità concreta. Più probabile è invece uno stop alla movida, ma ancora non è chiaro in quali termini. Tra febbraio e marzo, prima del lockdown, venne disposto invece lo stop dei locali alle 18.

Possibili anche i provvedimenti di mini-chiusure, peraltro già presi con ordinanze ad hoc nella primavera scorsa proprio in Campania (un esempio su tutti: le palazzine di Mondragone). Un presidente della Regione, infatti, se individua focolai o mini cluser epidemici ha facoltà di disporre con ordinanza chiusure e restrizioni, quindi De Luca ha sicuramente dalla sua il potere per farlo. Intanto De Luca ha imposto il test obbligatorio all’aeroporto di Napoli per chi torna dall’estero.