«Parlando a “Il Mattino” ho ricordato di quando dalla Regione mi diedero per matto per la decisione di chiudere le scuole sella città, accusandomi di protagonismo, quando tutti ancora sottovalutavano i problemi che sarebbero derivati dalla pandemia». A parlarne è il sindaco di San Giuseppe Vesuviano, tra i primi tra febbraio e marzo a prendere misure drastiche nella zona. Anche ora ha deciso per la mascherina obbligatoria anche di giorno.

Il primo cittadino continua: «Ho chiesto, tuttavia, che anche che ora la soglia di attenzione della Regionale e del Governo sia più alta. Più volte ho esplicitato il mio pensiero.  Francamente, non me ne importa nulla che ci siano le elezioni e dei timori di qualcuno di concentrarsi sul controllo dell’epidemia o di assumere scelte impopolari.  La salute dei cittadini ed, in particolar modo, dei nostri figli, viene prima di tutto».