In troppi non indossano la mascherina e non rispettano il metro di distanza: «Non c’è più controllo». L’allarme lo lancia Maurizio Di Mauro (nella foto), direttore generale dell’Azienda ospedaliera dei Colli Cotugno di Napoli. Poco prima di partecipare al vertice con il governatore campani Vincenzo De Luca, Di Mauro ragiona partendo dall’analisi sull’origine dei nuovi contagi: «Oggi non possiamo più parlare di casi di importazione per i soggetti che sono tornati dalle vacanze – spiega – abbiamo dei focolai autoctoni che si sono generati nella nostra regione e che stanno determinando un incremento del numero dei contagi e dei ricoveri».

Tuttavia, la cosa «che più mi preoccupa, rispetto alla fase iniziale, è che molti siano asintomatici o che comunque presentino una scarsa sintomatologia», aggiunge il dg del Cotugno ai microfoni di Radio Crc, che non esita a chiedere maggiori controlli per evitare che la diffusione del contagio finisca fuori controllo. Di Mauro punta il dito contro una certa rilassatezza che sembra si sia impadronita delle persone.