Il leggero calo di oggi dei nuovi contagi in Campania non corrisponde purtroppo alle terapie intensive occupate dalle persone affette da Coronavirus. E diminuiscono anche i tamponi: un orizzonte un po’ preoccupante che vede coinvolti a macchia d’olio tutti i Covid Center regionali. Crescono insomma i malati che stanno accusando problemi con la malattia, tali da necessitare il ricovero in terapia intensiva: sono 19 ad oggi, in crescita veloce rispetto ai due di un paio di settimane fa e due in più rispetto ai dati di ieri in cui il numero era 17.
Secondo De Luca, come ha più volte ripetuto, si è nella fase finale della seconda ondata, provocata dalla volontà della regione Campania di individuare tutti i positivi per evitare un boom di contagi ancora peggiore: ora esaurita la fase di rientro e individuati cluster e focolai, secondo il governatore si dovrebbe andare a una fase di normalità.