«Questa è la penultima decisione prima di chiudere tutto». Lo ha annunciato il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, intervenendo a Porta a Porta (in onda stasera su Rai 1) in merito all’ordinanza pubblicata oggi che impone nuove norme restrittive sulla movida, la somministrazione di alcolici e le cerimonie. «Possiamo fare due scelte – ha detto il governatore – andare verso il lockdown, chiudere tutto, ma questo avrebbe ricadute economiche pesanti, oppure decidere di convivere con il Covid, ma questo richiede il rispetto rigoroso delle regole». Poi continua: «Sono molto allarmato. Credo che dobbiamo aprire gli occhi e dobbiamo dire con grande chiarezza che siamo già nella seconda epidemia, è già arrivata».

Sempre a “Porta a Porta”, De Luca ha ricordato che «la Campania è la regione che ha la più alta densità abitativa d’Italia e che in questo momento il 60% dei nostri positivi è concentrato nei territori della Asl Napoli 1, della Asl Napoli 2 e della Asl Caserta, cioè nell’area metropolitana di Napoli che è quella a maggiore congestione abitativa. Abbiamo fatto nel mese scorso un lavoro straordinario di filtro, siamo stati l’unica Regione che ha reso obbligatorio il tampone per chi rientrava dall’estero e dalla Sardegna, e così abbiamo intercettato 3mila positivi. Lascio immaginare se non avessimo fatto quel lavoro quale sarebbe la situazione».