Comunali a Sant’Anastasia: «Candidata attaccata perché nata in Romania»


1374

Arriva una nota di “Cuore Anastasiano In Veritas”, liste presente alle prossime elezioni Comunali a Sant’Anastasia. E l’attacco è ad un competitor che secondo la nota avrebbe attaccato una candidata al consiglio comunale solo perché nata in Romania, ecco cosa dicono in una nota Alfonso Di Fraia e Rosaria Fornaro: «Discriminazioni non tollerabili in un comizio tenuto in via Rosanea, il medico Carmine Esposito, capolista della squadra della candidata sindaco Rosalba Punzo, ha pronunciato parole gravissime nelle quali abbiamo senza equivoci ravvisato una discriminazione nei confronti di una candidata di Cuore Anastasiano In Veritas. Il candidato al consiglio comunale Esposito, solo per caso omonimo del nostro candidato sindaco, ha testualmente pronunciato le seguenti parole: “Abbiamo appreso che si sono candidati dei rumeni, ci fa piacere se sono integrati, ci spiacerebbe se fossero rumeni che sono stati indotti con altri metodi”. L’unica cittadina anastasiana, per nascita rumena, che sia candidata in queste elezioni si chiama Elena Cenusa, è una giovane donna, moglie e madre, che lavora onestamente presso l’azienda di ristoratori anastasiani. Elena ha scelto di impegnarsi in politica per portare alti i valori di una comunità, ha scelto di vivere e lavorare onestamente».



La Cenusa dice: «Ho scelto di dare il mio contributo ad una causa in cui credo e di rappresentare anche i miei connazionali, quelli che pagano le tasse e rispettano le leggi del Paese che ci ospita”. L’aggiunta delle parole “Se sono integrati ci fa piacere”, nella allusiva frase di Esposito, come a far riferimento ad una propensione dei cittadini rumeni ad accettare di essere manovrati con altri metodi, ci fa orrore. Auspichiamo che la foga di tornare sui palchi dei comizi dopo molto tempo abbia indotto il candidato Esposito a spiegarsi poco chiaramente, meglio sarebbe se ammettesse di aver indicato più volte la nazionalità della nostra candidata deviato da un pregiudizio che per la sua lunga storia di militante nell’area di sinistra non avremmo creduto possibile. Meglio farebbe a porgere le sue scuse per aver detto (lo speriamo) parole che non pensava, non a noi di Cuore Anastasiano ma ad Elena e ai suoi connazionali per nascita. Dobbiamo inoltre rilevare che il candidato al Consiglio Comunale Esposito, assertore di principi di legalità, ha pronunciato dallo stesso palco (che ha calcato molto più della sua candidata Sindaco) gravissime notizie di reato che auspichiamo abbia denunciato prima ancora agli organi competenti, dichiarando di aver appreso che soggetti non meglio identificati avrebbero pagato altri soggetti, anche costoro non specificati, per apporre le firme di adesione ad una lista della quale non ha detto il nome. Noi di Cuore Anastasiano In Veritas invitiamo il candidato al Consiglio Comunale Carmine Esposito a dettagliare al più presto, recandosi presso la locale stazione dei Carabinieri, quanto di sua conoscenza, essendo nostro interesse, come di tutta la nostra coalizione, che le elezioni si svolgano regolarmente e senza inquinamenti del voto».

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE