È dovuto intervenire il soccorso alpino per mettere in salvo il turista americano che ieri si è perso sul Monte Somma, finendo per ferirsi ad una gamba quando si è inerpicato in una zona parecchio impervia. Proprio l’uomo, un dipendente 52enne della Nato in servizio in Italia, è riuscito a chiamare aiuto con il telefono cellulare. Proprio grazie allo smartphone l’uomo è stato geolocalizzato e l’intervento di salvataggio del soccorso alpino è stato veloce ed efficace. Dopo il salvataggio è stato porta in ospedale ma per fortuna si trova in buone condizioni.

Si sono comunque vissuto momenti di paura. A quanto pare il visitatore statunitense ha perso l’orientamento mentre faceva una passeggiata naturalistica tra il Vesuvio ed il Monte Somma. Quando si è reso conto di essersi perso ha provato a superare una zona con fitta vegetazione per provare a sbucare dall’altra parte. Qui si è ferito ad una gamba e non riuscendosi più a muoversi si è così deciso ad allertare i soccorsi. Sul posto è giunto un elicottero per prelevarlo.