Suicidio sventato dall’intervento di una pattuglia di carabinieri della tenenza di Ercolano. Nel primo pomeriggio di ieri, i militari sono intervenuti in via Panoramica presso l’abitazione di un ventunenne di Torre del Greco che minacciava di togliersi la vita. Il giovane era già salito con un piede sul davanzale della finestra, quando è stato fermato dai carabinieri, intervenuti con una risolutiva opera di convincimento che ha bloccato il ventunenne quando tutto sembrava perduto. Una volta bloccato il giovane, i militari hanno cercato di comprendere i motivi alla base della sua decisione e, secondo alcune indiscrezioni avrebbe appurato che il giovane era agitato per recenti dissidi di natura sentimentale. A riportare la notizia è il quotidiano Roma.

Nell’abitazione sono stati rinvenuti tre fucili, due pistole e le munizioni, regolarmente detenuti dal genitore del ventunenne che vive nello stesso appartamento. Sul posto è intervenuto anche il personale medico del 118 che ha calmato il ragazzo e lo ha poi condotto all’ospedale di Torre del Greco per accertamenti. Le armi e le munizioni sono state sottoposto a sequestro cautelare.