Con il via libera del nuovo collettore nell’area vesuviana, c’è lo stop anche ad alcuni scarichi abusivi che dal territorio cittadino e quello limitrofo finivano direttamente nel sottosuolo o nelle vasche di Pianillo e Fornillo ai limiti della città. Intercettati e “bloccati” dalle nuove condutture, il patatrac per gli abusivi era dietro l’angolo. Ed è avvenuto a Poggiomarino, all’angolo tra Via Iervolino e Via Turati nei giorni scorsi, laddove si è registrata una fuoriuscita di liquami. Sul posto i tecnici comunali per verificare l’accaduto.

Chiaramente di quanto avvenuto è stata informata l’autorità competente, che ha adesso il compito di verificare da dove arrivino gli scarichi illegali che fino all’avvio del collettore inquinavano senza freno. Insomma, come un po’ si attendevano, così vengono evidenziati tutti gli abusivismi compiuti nel corso del tempo. Anche questo sarà un lavoro duro nel tentativo di ricostruire le tracce sotterranee, mentre dal punto di vista delle procedure istituzionali, il prossimo e più atteso passo dovrebbe essere quello della bonifica delle vasche di Pianillo e Fornillo.