I Carabinieri della Stazione di Visciano insieme a quelli della Stazione Forestale di Roccarainola – allertati da un cittadino – hanno trovato in un fondo agricolo nelle campagne viscianesi un ordigno bellico della Seconda Guerra Mondiale. Il personale specializzato del Nucleo Carabinieri Artificieri di Napoli ha classificato l’ordigno come “bomba a mano modello n. 36”. Insomma un ordigno emerso dopo decenni.

L’arma – deteriorata e mancante della sicura di trasporto e maneggio, dunque potenzialmente pericolosa – è stata fatta brillare e l’area è stata messa in sicurezza. Un periodo particolare questo recente, dove i ritrovamenti di ordigni bellici si stanno ripetendo con una certa cadenza in Campania ed anche nell’area nolana e vesuviana. Negli ultimi sei mesi, infatti, episodi simili si sono verificati pure a Terzigno e San Giuseppe Vesuviano, per fortuna tutto senza conseguenze.