Stanca delle continue vessazioni e minacce a seguito della fine della relazione sentimentale, ha denunciato il compagno che al culmine dell’ennesimo dissidio e’ stato arrestato dai Carabinieri. Un altro episodio di atti persecutori ai danni delle donne accaduto questa volta a Portici. Da quanto si e’ appreso l’uomo, un 56enne con precedenti specifici non accettava la fine della relazione con la compagna, un’ucraina, e cosi’ ha iniziato a insultarla e a minacciarla piu’ volte fino a quando lei ha denunciato l’episodio ai Carabinieri. L’uomo e’ stato subito rintracciato dai militari della Stazione locale che gli hanno trovato nella tasca dei pantaloni un coltello con una lama lunga 7 centimetri e un cavatappi.

Arrestato con l’accusa di atti persecutori è stato condotto al carcere di Poggioreale. La donna ha raccontato ai militari che già in passato aveva sporto diverse denunce contro il compagno per le continue vessazioni.