Le fiamme sono divampate nella serata quando c’era ancora la luce del giorno, ma non abbastanza presto da potere fare arrivare sul posto Canadair o elicotteri. La montagna di San Gennaro, dunque, continuerà a bruciare per tutta la notte con i vigili del fuoco che proveranno in tutti i modi a contenere le fiamme ed a contrastarle fino a quando sarà possibile usare l’acqua dall’alto. Una notte di paura per Palma Campania, dunque, con il purtroppo classico incendio estivo della montagna che brucia in più punti, come se quei focolai fossero stati accesi in maniera metodica.

Sul posto, oltre ai pompieri, anche i volontari del Gav, la polizia municipale, ed il sindaco Nello Donnarumma. Tutti a coordinare i lavori, affinché si riesca a ridurre i danni di quello che sembra l’ennesimo attacco criminale alla macchia mediterranea. La montagna è in condivisione con San Gennaro Vesuviano ed a fuoco sono entrati versanti di entrambi i comuni ma al momento sul posto dalla città sangennarese non sembra essere arrivato alcun rappresentante.