«Da mesi io, in qualità di assessore all’istruzione, insieme al sindaco, ai dirigenti scolastici e al personale dell’ufficio tecnico e dell’ufficio scuola del Comune stiamo cercando soluzioni per garantire le lezioni agli alunni di Ottaviano in totale sicurezza. Abbiamo studiato soluzioni per il distanziamento, l’accesso alle aule, il rispetto delle regole su igiene e prevenzione. Oggi il Comitato tecnico scientifico del Governo ci fa sapere che il distanziamento tra i banchi non sarà obbligatorio nei primi mesi del nuovo anno scolastico». A dirlo, con un pizzico di giusta rabbia, è l’assessore Virginia Nappo del Comune di Ottaviano.

La delegata all’Istruzione della cittadina vesuviana continua: «Non sono abituata alle polemiche ma consentitemi di dire che si tratta di una posizione assurda, per l’ennesima volta figlia della confusione e del disordine mentale di chi dovrebbe darci le indicazioni. Queste uscite non aiutano. Non aiutano gli italiani a orientarsi, non aiutano il mondo della scuola, non aiutano i nostri ragazzi». Dunque, tanto lavoro plesso per plesso che al momento si rivela tempo sprecato a meno che non cambino ancora le carte in tavola.