«L’Asl. mi ha appena confermato la positività di altri due giovani rientrati dalle vacanze. Salgono ad otto, allo stato attuale, i casi di positività accertati nella nostra città». Ad annunciarlo il sindaco di San Giuseppe Vesuviano, Vincenzo Catapano. «Stiamo conseguentemente ponendo in isolamento domiciliare gli ulteriori due nuclei familiari di provenienza, al fine di arginare, per tutto quanto sia nelle nostre possibilità, la diffusione del contagio. Si tratta di decine di persone. È chiaro, però, che i tempi di reazione del sistema sanitario devono essere più rapidi, il numero di tamponi più alto, ed il percorso, dal prelievo al risultato, più veloci».

Il sindaco insiste: «Non è accettabile che il sabato e la domenica i tamponi si riducano drasticamente. Il coronavirus non va al mare di sabato e domenica, nè preferisce dormire fino alle 18 del pomeriggio. Chiedo attenzione massima h24, una maggiore e reale efficienza del sistema sanitario, che va sostenuto, ove necessario, anche con maggiori risorse umane, e maggiore responsabilità individuale. Rischiamo, altrimenti, che questo dannato virus corra più veloce di noi. E non possiamo consentirlo».