«Ieri abbiamo approvato, in Consiglio comunale, il rendiconto di gestione 2019. Anche in momenti di contesto estremamente complicati come quello che stiamo vivendo, manteniamo dritta la barra del timone verso porti ed acque sicuri. Sappiamo bene che per essere buoni amministratori occorre assumersi la responsabilità del proprio operato, senza limitarsi ad essere inerti burocrati e senza essere adusi allo sperpero di risorse pubbliche, come avvenuto in passato». A dirlo il sindaco di San Giuseppe Vesuviano che tende così a minimizzare i problemi economici dell’Ente che secondo i bene informati hanno provocato tra le altre cose l’addio degli staffisti del sindaco.

Catapano prosegue: «Il piano di opere pubbliche che vedrà compimento nei prossimi mesi costituirà un altro passo verso una San Giuseppe Vesuviano moderna. Non c’è silenzio, né imbarazzi, come qualcuno in mala fede vorrebbe far credere: solo ed esclusivamente la consapevolezza che si continuerà a lavorare duramente, a testa bassa, come occorre talvolta, per dare ai cittadini di San Giuseppe Vesuviano ciò di cui hanno bisogno. Scuole, sport, ambiente e verde pubblico, infrastrutture, servizi ai più deboli. San Giuseppe Vesuviano è una città solidale, resiliente, proiettata verso nuove prospettive, ed una cosa è certa: tempo al tempo, le bugie hanno le gambe corte».