Il sindaco di Castellammare di Stabia, Gaetano Cimmino, è stato minacciato di morte. Ha subito informato la polizia postale di aver ricevuto in privato alcuni messaggi sulla sua pagina Facebook. “Uomo di m… hai fatto multare un vecchietto di 68 anni. Per voi una morte lenta. Ti veniamo a prendere”. Questo il messaggio di minacce. Anche i vigili urbani hanno ricevuto minacce: “Bisogna mandarli davanti ad un fuciliere e fucilarli tutti a testa in giù. Come Mussolini”. Il sindaco assicura che non si lascerà intimidire e che andrà avanti nelle iniziative di contrasto alla diffusione del virus. E nel frattempo spiega che i due nuovi positivi sono  un 56enne correlato al focolaio che coinvolto un Comune limitrofo e di una 55enne, entrambi nei giorni scorsi sottoposti a tampone il cui esito è risultato positivo.

“I due pazienti sono attualmente in isolamento domiciliare-scrive Cimmino- insieme ai rispettivi nuclei familiari e a loro, come a tutti i cittadini tuttora contagiati, auguro di vincere la loro battaglia contro il virus e di guarire nel più breve tempo possibile. Nel frattempo, però, è pervenuta anche la buona notizia relativa alla guarigione di due coniugi di 66 anni e 42 anni, che il 3 agosto erano risultati positivi al rientro dalla Calabria e che nei giorni 19 e 20 agosto sono stati sottoposti a due tamponi consecutivi, entrambi con esito negativo, ragion per cui l’Asl li ha dichiarati ufficialmente guariti, revocando contestualmente l’isolamento domiciliare.