Altri 130 contagiati in Campania, cinque in meno rispetto a due giorni fa ma con 605 tamponi in più effettuati. È questo l’esito del bollettino delle ultime 24 ore diramato dall’unità di crisi regionale. Su 3.631 test, dunque, 130 sono risultati positivi con 44 casi di rientro dalla Sardegna e altri 15 di rientro dall’estero. Negli ultimi cinque giorni il numero di contagiati sale a 657, un’enormità considerando che in tutto il mese di maggio, nel pieno della prima fase dell’epidemia, i tamponi positivi furono 362. Adesso, solo nei primi 25 giorni del mese di agosto, sono già 1.243. Continua anche il boom nell’area vesuviana con tanti contagi tra San Giuseppe Vesuviano ed altri nei comuni in particolare di Torre del Greco ed Ercolano.

Più complessivamente, il totale dei positivi sale a 6.241 su 396.896 tamponi effettuati mentre sale a 445 il numero di vittime con i due decessi registrati ieri. Fermo, invece, il numero di pazienti guariti, stabile a 4.373: di questi, 4.368 sono totalmente guariti e 5 clinicamente guariti là dove vengono considerati solo clinicamente guariti i pazienti che, dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione da Sars-Cov-2, diventano asintomatici per risoluzione della sintomatologia clinica presentata ma sono ancora in attesa dei due tamponi consecutivi che ne comprovano la completa guarigione. Due le vittime di oggi: si tratta di Rita Greco, vedova del Boss delle Cerimonie, e dell’insegnante deceduta a Napoli.