I tre ragazzi positivi ad Ottaviano hanno generato inevitabilmente apprensione in città, dove tra l’altro sono ancora “attivi” i casi dello studio dentistico con persone in quarantena fiduciaria dopo il tampone. Gli occhi sono adesso puntati su un quarto ragazzo che faceva parte della comitiva tornata pochi giorni fa dalla Puglia, dove il gruppo ha passato qualche giorno in una delle “perle” del mare e del divertimento in Salento. È lì che uno di loro ha preso il Covid per poi inevitabilmente averlo attaccato agli altri due, mentre il quarto resta sotto controllo e nei prossimi giorni gli verrà ripetuto il tampone.

Insomma, il rischio non è quindi soltanto andare in vacanza all’estero ma bisogna stare attenti ovunque. Il mare e la vacanza non sono da negare, ma occorre che tutto resti nei limiti delle disposizioni di sicurezza. Sono due dei tre ragazzi a mostrare sintomi per fortuna non gravi del Coronavirus, il terzo è finora asintomatico ed il contagio è emerso solo perché è stato un contatto stretto dei due ragazzi che hanno dormito insieme per giorni e che si sono fatto un viaggio di quattro ore in una sola auto. Dunque, per evitare altri problemi ad Ottaviano da oggi la mascherina è obbligatoria anche all’aperto come da ordinanza del sindaco, Luca Capasso. L’obbligo vale nella fascia oraria dalle 19 alle 6 del mattino, quando i giovani si riuniscono e la movida accelera.