È morta un’insegnante di Fuorigrotta di 57 anni in buone condizioni di salute. Ad ucciderla il Covid, secondo quanto affermano i medici. L’altro ieri sera aveva chiamato il 118 per un collasso. La pressione è risultata bassissima. Accompagnata all’ospedale San Paolo all’ecografia cardiaca è emersa una probabile miocardite. La pressione è rimasta bassa e non si è riusciti in nessun modo a stabilizzarla su valori normali. Pertanto è stata chiesta la consulenza e il trasferimento al Monaldi dove per il ricovero hanno chiesto il tampone. Intanto la donna è andata in arresto cardiaco. Ripresa in vita dai rianimatori è risultata positiva al tampone. Trasferita per questo nei posti letto Covid specialistici dell’Ospedale del Mare poco dopo il ricovero è morta.

In base alle ipotesi dei clinici il Covid potrebbe in questo caso aver colpito il cuore anziché il polmone come accade di solito, del resto studi del genere c’erano stati già nella prima ondata di primavera. Alla anamnesi emerge un solo picco febbrile apparso il venerdì precedente rientrato con una sola dose di tachipirina. Purtroppo anche su scala nazionale il numero di morti balza a 13 dopo che da 4 settimane la media era stata di 5-6 casi al giorno.