Davanti al Gip presso il tribunale di Torre Annunziata, si è tenuta l’udienza di convalida dell’arresto operato solo pochi giorni fa dai Carabinieri di Boscoreale di Ciro Guastafierro per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Nello specifico Guastafierro veniva trovato in possesso di marijuana presso la sua abitazione di Boscoreale, per complessivi 5 chili e mezzo distribuiti tra piante e dosi già confezionate pronte per la vendita a terzi. Il Pubblico Ministero ha richiesto l’applicazione della custodia cautelare in carcere per i precedenti penali dei Guastafierro, per le modalità dei fatti e per il quantitativo rinvenuto e la qualità della sostanza in esame. Il gip ha però accolto le note difensive predisposte dal difensore, l’avvocato Antonio Iorio del Foro di Torre Annunziata, secondo cui la sostanza rinvenuta non è riconducibile all’arrestato e ritenendo dunque eccessiva la misura del carcere richiesta dal pubblico ministero.

Pertanto Ciro Guastafierro già oggi è torna in totale libertà con unico limite del divieto di dimora nel comune di residenza. Il Gip aveva chiesto per il 35enne di Boscoreale la detenzione in carcere. Grazie alla strategia difensiva del legale, invece, l’uomo è adesso libero per quanto riguarda il reato che gli veniva contestato dal pubblico ministero.