La camorra vesuviana torna a sparare, e lo fa contro un’auto parcheggiata che è stata crivellata di colpi lungo corso Vittorio Emanuele III a Torre Annunziata. Ritrovati 12 bossoli a terra e 5 conficcati nelle portiere dell’auto. Il veicolo, una Reunalt, è di proprietà di una donna. Le indagini sono condotte dalla polizia. L’obiettivo del raid sarebbe stata la moglie di uno degli elementi di spicco della famiglia dei “tittoni”.

Il marito della vittima del raid è attualmente detenuto per reati di droga ed è ritenuto uno dei fornitori delle piazze di spaccio di Torre Annunziata. I dodici bossoli della calibro 9 sono stati ritrovati sul selciato e potrebbero rappresentare un avvertimento, ma la proprietaria pregiudicata dell’auto ha sostenuto di non aver avuto minacce in passato. Tra le ipotesi battute dalla polizia ci sarebbero la lite per futili motivi e l’intimidazione di stampo camorristico.