«Questa mattina ho effettuato un sopralluogo all’Asl di Somma Vesuviana, a seguito di varie segnalazioni che mi sono pervenute». A dirlo è il deputato sommese, Gianfranco Di Sarno, che ha effettuato un vero e proprio blitz nella struttura cittadina. Chiaramente non una responsabilità dei dipendenti che ha incontrato, bensì un’accusa che parte dall’alto. Del resto l’organico non fa altro che eseguire gli ordini e le disposizioni dell’Asl.

Di Sarno precisa: «Continua a non essere soddisfacente il livello essenziale del servizio sanitario offerto ai cittadini. Non è ammissibile che il comune più popoloso del distretto con 37mila abitanti, non garantisca in sede, in modo indipendente l’apertura e la chiusura di alcuna pratica sanitaria. Domani stesso incontrerò il direttore generale del distretto dell’Asl Napoli 3», conclude il deputato.