Un incendio boschivo è divampato nella zona di via Lamaria a Torre del Greco. Ad avvistare la coltre di fumo nero che si è levata dalla zona posta a ridosso delle aree del parco nazionale del Vesuvio, visibile anche nei comuni limitrofi, sono stati i volontari dell’associazione Torre Vesuvio-Pro Natura, che hanno immediatamente allertato i vigili del fuoco. Sulla zona spirava un insistente vento, che ha rischiato di rendere più complicate le operazioni di spegnimento. Appena il giorno prima, la città vesuviana era stata interessata da un altro rogo, con ogni probabilità di natura dolosa, scoppiato nella zona di Cappella Bianchini.

In quest’ultimo caso, è stato necessario il lavoro compiuto dai mezzi aerei, in particolare un canadair e un elicottero Erickson, che per alcune ore hanno supportato le attività delle squadre di terra. È il quinto incendio scoppiato di recente all’interno del Parco Nazionale del Vesuvio e sono tutti di matrice dolosa. Tanto basta per scattare l’indagine su questi roghi ad orologeria.