Rubato da qualche giorno il defibrillatore pubblico installato in Piazza Vittorio Emanuelle III, in pieno centro cittadino. A segnalare la notizia un cittadino, che ha comunicato il misfatto al consigliere regionale dei Verdi – Europa Verde Francesco Emilio Borrelli, il quale ha poi rilanciato l’accaduto, auspicandosi maggiore civiltà e rispetto per le regole. «Quell’area è sottoposta a videosorveglianza, quindi è molto probabile che in questo momento chi di dovere stia visionando le immagini relative alla sottrazione del defibrillatore. Ci auguriamo che i responsabili possano presto essere individuati e denunciati» ha detto, commentando l’episodio, Salvatore Esposito, assessore in quota Verdi – Europa Verde nella giunta comunale di Somma Vesuviana guidata dal sindaco Salvatore Di Sarno.

«È un atto vergognoso, che dimostra la mancanza di rispetto e l’inciviltà di alcuni individui che rendono il nostro territorio talvolta invivibile ed ostico. Ma non dobbiamo scoraggiarci, dobbiamo lottare per riportare la civiltà ed il rispetto delle regole e delle leggi, per fare ciò sono necessari controlli serrarti e severi su tutto il territorio, le strade devono diventare sicure per tutti» ha invece commentato il consigliere Borrelli. L’episodio ha dimostrato una volta di più l’importanza di un sistema di videosorveglianza che possa fungere da deterrente rispetto a certi illeciti o crimini o, qualora siano lo stesso commessi, fornire aiuto nella ricerca degli autori. Su questo fronte il Comune nei giorni scorsi ha diffuso l’avviso pubblico “Adotta una telecamera”, per dare ai privati la possibilità di acquistare un occhio elettronico per implementare la videosorveglianza cittadina collegandolo con il circuito attivo su tutto il territorio comunale.