Trasporti in Campania: addio ai posti liberi per le norme anticontagio


793

Cambia il protocollo di sicurezza per chi viaggia sui mezzi pubblici. Da giovedì ci saranno nuove disposizioni: quelle contenute nell’ultima ordinanza del presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca. Sui mezzi dovrà essere garantita un’adeguata informazione al personale addetto e deve essere prevista una comunicazione all’utenza, facilmente accessibile, comprensibile, chiara ed efficace relativa alle misure igienico-comportamentali e richiamando il divieto di usare il trasporto pubblico in presenza di segni o sintomi di infezioni respiratorie acute. Vanno garantite l’entrata e l’uscita dal mezzo separate, o attraverso percorsi dedicati o attraverso soluzioni organizzative equivalenti e nelle stazioni, nelle fermate, nelle aree di imbarco e, in generale, in tutte le località di servizio, il distanziamento interpersonale deve essere di almeno un metro. Inoltre, tutti i passeggeri devono utilizzare dispositivi di protezione delle vie respiratorie, come mascherine chirurgiche o di comunità, all’interno dei mezzi.



I passeggeri dovranno procedere ad una adeguata igienizzazione delle mani o, in alternativa, indossare i guanti. In più, il ricambio dell’aria dovrà essere assicurato in modo costante, predisponendo in modo stabile l’apertura dei finestrini, qualora possibile, e di altre prese di aria naturale o mediante l’apertura prolungata delle porte nelle soste dei mezzi. Per quanto riguarda i treni, il suggerimento è quello di eliminare la temporizzazione di chiusura delle porte esterne alle fermate, al fine di facilitare il ricambio dell’aria all’interno delle carrozze ferroviarie. Per ciò che concerne gli impianti di condizionamento si prevede l’obbligo, se tecnicamente possibile, di escludere totalmente la funzione di ricircolo dell’aria. In ogni caso, vanno rafforzate ulteriormente le misure per il ricambio d’aria naturale e/o attraverso l’impianto, e va garantita la pulizia, ad impianto fermo, dei filtri dell’aria di ricircolo per mantenere i livelli di filtrazione/rimozione adeguati. Inoltre, deve essere prevista una periodica pulizia e disinfezione dei mezzi di trasporto con particolare riferimento alle superfici toccate più di frequente e ai servizi igienici, da effettuarsi con le modalità definite dal Ministero della Salute e dall’Istituto Superiore di Sanità.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE