“Terrone del c…”, insulti razzisti dei tesserati dell’Atalanta a un napoletano ECCO IL VIDEO


1473

“E’ assurdo quello che è accaduto alla stazione di Bergamo. Il team manager dell’Atalanta, Mirco Moioli, ha gravemente offeso un tifoso del Napoli, dopo uno sfottò, chiamandolo “terrone del cazzo” Un fatto gravissimo, è assurdo che un tesserato di una società di serie A si abbassi a tali offese. La Lega calcio intervenga immediatamente e punisca duramente questo soggetto. Non possiamo permetterci che questa gente vada in giro per l’Italia e per l’Europa a rappresentarci, atteggiamenti del genere fomentano la violenza tra tifosi di squadre avversarie e sono un pessimo spot per il calcio. Farebbe bene a chiedere scusa”. Lo hanno dichiarato Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale dei Verdi e Gianni Simioli, speaker radiofonico.



“Dopo quello che abbiamo vissuto e che ancora stiamo vivendo con il Covid, sentire queste cose è assurdo. C’è una bassezza culturale e un’ignoranza dilagante. E’ gente che non si è evoluta, e pensare che il nostro popolo, durante l’emergenza sanitaria, è stato sempre solidale con quello bergmasco. Questo è il segnale di un’Italia che non vuole crescere”. E’ quanto dichiarato da Andrea Castaldo, presidente del club Napoli Lussemburgo.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE