Spaccio al Piano Napoli: 14 condanne per i Padovani ma con pene ridotte ECCO I NOMI


877

Risultato clamoroso al processo sullo spaccio di droga all’interno del Piano Napoli di Boscoreale di Via Passanti Scafati. Verdetto inaspettato vista la gravissima accusa portata al vaglio del giudice oplontino ovvero quella di essere la più grande piazza di spaccio del Sud Italia, con un giro di affari di 43800 cessioni annue pari a 876000 euro gestita da Giovanni Padovani. Secondo la Procura il giovane era al vertice di una delle più pericolose e floride piazze di spaccio di cocaina con vendita su prenotazione telefonica. Un vero e proprio supermarket della droga durato fino al 2019. Un giro di affari incredibile. Centinaia e centinaia gli ordinativi giornalieri fatti al rampollo dei Padovani.



La condanna più alta era stata invocata per quello che veniva indicato il vertice del sistema di spaccio, Giovanni Padovani classe ‘91, per il quale erano stati richiesti addirittura 10 anni e 8 mesi. Al 29enne venivano contestate 500 cessioni di cocaina accertate dai carabinieri di Boscoreale. La difesa del giovane rampollo della famiglia Padovani rappresentata dall’avvocato Gennaro De Gennaro ha contestato i numeri proiettati in giudizio ridimensionando le condotte. Con una lunghissima discussione conclusasi soltanto in tarda serata il difensore ha attaccato l’impianto accusatorio ed i numeri dello spaccio. Il giudice accogliendo il ridimensionamento fattuale invocato dal difensore ha elevato una minima condanna per la figura apicale dello spaccio ovvero 6 anni e 1 mese per i 224 capi di imputazione che lo vedevano coinvolto con una riduzione di ben 4 anni e 7 mesi rispetto alla richiesta di condanna del pm.

La riduzione della condanna per il motore dell’organizzazione ha comportato una riduzione generalizzata ed effetti positivi per tutti gli altri computati. Le condanne si sono attestate quasi miracolosamente intorno ai quattro anni sebbene le centinaia e centinaia di cessioni giornaliere. Forte abbattimento delle pene rispetto alle richieste del pm che aveva invocato ben 150 anni di carcere. Alla fine gli anni elevati dal giudice sono stati “soltanto” 50 anni. Spicca il ridimensionamento per Padovani Gennaro (4 anni e 20 giorni) rispetto ad una richiesta di 6 anni e 11 mesi con uno sconto di quasi tre anni rispetto alla richiesta del PM e Riccio Gennaro (entrambi difesi dall’avvocato De Gennaro) che ha avuto una forte riduzione di oltre 4 anni e mezzo rispetto agli 8 anni e 8 richiesti. L’accusa li inquadrava ai vertici del sistema di spaccio con il Riccio Gennaro che era stato arrestato tre volte negli ultimi tre anni per analoghi reati. Ottimo risultato anche per Pecoraro Luigi difeso dall’avvocato Stefano Vaiano che è passato da una richiesta di anni 8 e 8 mesi a 4 anni e due mesi di condanna. Riduzione anche per Russo Salvatore che passa da anni 8 ad una condanna di 5 anni e 6 mesi e per Ranieri Ivan (Avv. Maria Sella e Antonio Iorio) che riduce di circa tre anni la pena riportando una condanna di 4 anni e 27 giorni.

Vengono ridotte anche le condanne di Barbarito Cesare che ha riportato una condanna di 4 anni a fronte di una richiesta di tre anni più alta. Borriello Giuseppe (avvocato Massimiliano Sartore) che ha riportato una condanna di 4 anni e 7 mesi ma col riconoscimento della continuazione con altre sentenze.

Pene minime per Padovani Gaetano (anni 2 e mesi 2) e soprattutto per Faraco Giuseppe che ha riportato una condanna di 2 anni e 10 per effetto della sua collaborazione processuale.

Confermate le condanne richieste per Rapuano Gennaro classe 94 e 98 ed Umberto Padovani. Quest’ultimo che dopo la scarcerazione del Riesame, unico ad essere scarcerato dal tribunale della libertà per questo processo era stato arrestato a Scafati con 100 grammi di hashish. Nonostante questo il mese scorso era stato scarcerato ma il giudice non gli ha riconosciuto alcun beneficio condannandolo comunque ad una minima pena per il primo comma dell’art. 73 T.U. Stup.

ECCO LE CONDANNE:

Padovani Giovanni anni 6 e mesi 1;

Padovani Gennaro anni 4 e giorni 20;

Padovani Umberto anni 4 e giorni 10;

Padovani Gaetano anni 2 e mesi 2;

Russo Salvatore anni 5 e mesi 6;

Riccio Gennaro anni 4 mesi 10;

Barbarito Cesare anni 4;

Buono Giuseppe anni 4 e giorni 20;

Pecoraro Luigi anni 4 e mesi 2 di reclusione ;

Faraco anni 2 e mesi 10;

Ranieri Ivan anni 4 e 27 giorni.

Borriello Giuseppe anni 4 e mesi 7;

Rapuano Gennaro classe 94 anni 4 e mesi 8

Rapuano Gennaro classe 98 anni 2 e mesi 2.

 

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE