Sindaco di Marigliano arrestato per voto di scambio: patto con il boss “O’ Sciamarro”


2444

Quando il boss Luigi Esposito detto “O’ Sciamarro”, uomo del clan Mazzarella a Marigliano decise nel 2015 di organizzare la scissione dal suo stesso clan per prendersi tutta l’area, aveva sulla lista della morte due ex affiliati: Cristiano Piezzo e Massimiliano Pelliccia. Il primo era il suo braccio destro, molto vicino al gruppo Autore, il secondo era il cognato. Non fece in tempo a far eseguire la sentenza di morte perchè venne arrestato. E proprio loro due adesso lo accusano di aver pilotato e gestito la campagna elettorale e le elezioni di Antonio Carpino, sindaco di Marigliano, arrestato dai carabinieri per scambio politico-mafioso.



Il sindaco di Marigliano Antonio Carpino, arrestato questa mattina, ed il boss detto “O’ Sciamarro”

Un altro ad aver ricostruito gli ‘”affari” legati alle elezioni è Tommaso Schisa detto “o muccusiello”, figlio di Luisa De Stefano, condannata per aver pianificato l’omicidio di un innocente nel quartiere Ponticelli, e “tuttofare” di Esposito prima del suo arresto per un omicidio commesso quando aveva 16 anni.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE