Avevano commesso una rapina a San Giuseppe Vesuviano, derubando del portafogli un ragazzo di 16 anni. I ladri del Vesuviano prendevano di mira sempre i soggetti più deboli. E lo facevano per drogarsi. Saverio Miranda e Carmine Franchini furono intercettati in una conversazione raccontando qualche dettaglio della rapina ai danni del 16enne, per togliergli un portafogli “pieno pieno”. “Daniele è un pischellino” diceva Franchini, rammaricandosi della scarsa risolutezza del complice, (Daniele Boccia). La brutta conversazione avviene a bordo dell’auto in cui Carmine Franchini confida a Saverio Miranda che ha voglia di drogarsi, perché è da molto che non lo fa. E il compagno complice confessa di essere anche lui da tempo senza droga. CLICCA QUI PER LEGGERE I NOMI DEI 7 ARRESTATI.

Chiamano il fratello di uno dei due e Saverio propone un furto: “Ci sta un serbatoio d’acciaio in un posto” dice.
Franchini: E dove lo carichiamo Saverio?
Saverio: Iniziamo ad andare a vedere.
Franchini: Se non se lo sono presi già.
Saverio: Sta in un terreno abbandonato, hai capito?
Franchini: Facile che se lo sono presi.
Saverio: Solo che lo dobbiamo vedere bene, in quanto, se non è ammaccato, chiamiamo ad uno e ce lo vendiamo per serbatoio, prendiamo 200-300 euro.

Poi i due tacciono. Interrompono la conversazione perché intercettano un immigrato di passaggio.
Franchini: È un Bangladesh, Saverio, lo hai visto?
Saverio: Te ne vuoi andare con questi Bangladesh…?
Franchini: Non è cosa, eh?
Saverio: Per 20 euro dobbiamo andare in galera? … Comunque lascia stare non ci pensare questi Bangladesh è rapina impropria, si prendono 3 anni e mezzo.