Sta lottando in attesa del trapianto di midollo per una malattia rara. Serena Piccolo, 18 anni, di Pomigliano d’Arco ha lasciato l’ospedale per tenere l’esame di Maturità in presenza ed ha conquistato il 100. La sua storia arriva dal Liceo Imbriani sempre a Pomigliano, che la ragazza ha frequentato prima dell’insorgere della patologia per cui l’unica cura è al momento proprio il trapianto da un donatore compatibile. Intanto in mezzo la pandemia e l’Esame di Stato, sempre con accanto papà Carmine che dal giorno di quella diagnosi al Bambino Gesù non ha lasciato un attimo la figlia.

«Serena avrebbe potuto sostenere l’esame dall’ospedale così come consigliato dai medici e dai docenti, ma ha voluto farlo di persona tornando a Pomigliano con non poca fatica», racconta il papà a Repubblica. «Ora ho dentro di me – dice la ragazza – sentimenti contrastanti. Dopo che per sei mesi ho cercato un donatore ora non so cosa il futuro mi riserva. Intanto ho concluso l’anno scolastico in maniera fantastica». Prima del lockdown, infatti, erano state diverse le manifestazioni per Serena nel tentativo di trovare un donatore compatibile.