È in prognosi riservata la bambina nata la scorsa notte in ospedale a Sarno (Salerno) dopo che la madre, insieme con altre cinque persone, una delle quali deceduta, era stata travolta a San Gennaro Vesuviano da un’auto condotta da un 18enne. Nelle prime ore di oggi, la neonata è stata trasferita ad Avellino dove si trova ricoverata nell’ospedale “Moscati” nel reparto di Terapia intensiva neonatale diretto dal dottor Sabino Moschella. La bambina, nata prematura, dal peso di due chili e 200 grammi, è intubata e sottoposta a trattamento ipotermico per contrastare una encefalopatia, probabilmente subita nel momento dell’incidente quando era ancora nel grembo materno. Le sue condizioni sono giudicate critiche dai sanitari.

A perdere la vita è stata la zia 27enne, Natalia Boccia, mentre la mamma della neonata, Pasqualina Boccia ed il papà, Giacomo Muoio, sono ricoverati tra gli ospedali di Sarno e Nola in pericolo di vita. Ci sono altre tre ricoverati del gruppo di amici travolti dalla Fiat Panda blu, ma pur essendo politraumatizzati, nessuno è a rischio. Il 18enne napoletano alla guida è agli arresti domiciliari per omicidio stradale. Il giovane non aveva assunto né droghe né alcol.