fbpx
Home Attualità Investiti a San Gennaro Vesuviano: la neomamma respira da sola, ma resta...

Investiti a San Gennaro Vesuviano: la neomamma respira da sola, ma resta gravissima

Lina Boccia e Giacomo Muoio nel giorno del loro matrimonio. Tra pochi giorni sarà il loro primo anniversario di nozze

Lievi miglioramenti, almeno per lei. Pasqualina Boccia, Lina per tutti, ieri ha cominciato a respirare da sola anche se le sue condizioni restano gravissime. Ma il quadro clinico lascia ben sperare, anche perché non ha importanti feriti agli organi interni e di carattere cerebrale. La 32enne incinta, che ha dato la luce la sua piccola dopo l’incidente, sarà certamente operata per le fratture al bacino ed agli arti inferiori, ma prima sarà necessario che si rimetta fisicamente. Resta stabile e gravissimo il marito Giacomo Muoio, 32enne, ricoverato a Castellammare di Stabia. Il giovane chef di San Gennarello di Ottaviano sta lottando con tutte le sue forze.

Lina Boccia e Giacomo Muoio nel giorno del loro matrimonio. Tra pochi giorni sarà il loro primo anniversario di nozze

Ieri, tra gli altri, è stato dimesso dall’ospedale anche il fidanzato della vittima, Natalia Boccia. Il giovane è tornato a casa con diverse ferite. Era stato tra i primi a riuscire ad alzarsi dopo l’investimento per chiamare i soccorsi. Ha provato a salvare la studentessa 27enne ed i cognati dopo che Panda guidata dal 18enne di Sant’Anastasia, era piombata sul gruppo di sei persone. C’è ancora molta ansia per la neonata, fatta nascere d’urgenza a sette mesi e che si trova all’ospedale di Avellino. Continua a preoccupare l’encefalopatia sorta dopo lo schianto.