Investiti a San Gennaro Vesuviano, il 18enne dai giudici. Neomamma rischia le gambe


9255

Ci sarà oggi l’interrogatorio del 18enne Domenico di Sant’Anastasia, il figlio di un medico che ha perso il controllo della sua automobile finendo contro il gruppo di sei ragazzi a San Gennaro Vesuviano. Nell’impatto è morta la 27enne Natalia Boccia, e adesso il ragazzo si trova ai domiciliari per omicidio stradale. Sarà ascoltato dal Gip e gli avvocati difensori del giovane sperano nella decadenza delle misure cautelari, visto che il conducente è incensurato e non era né ubriaco è drogato al volante.



Ieri la notizia di Lina che respira da sola: è la 32enne incinta investita che ha dato alla luce la piccola al settimo mese di gravidanza. La sua situazione, così come quella del marito Giacomo Muoio e della neonata resta gravissima. Ora per la neomamma, che dal punto di vista neurologico non ha grandi problemi, spuntano difficoltà alle gambe ed al bacino. Le fratture esposte erano già ben note, ma proprio dopo i miglioramenti fisici sono stati eseguiti altri accertamenti. Le lesioni ossee per la sorella della vittima sono molto profonde e la neomamma rischia di non recuperare più la completa mobilità degli arti inferiori.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE